I muri parlano d’Amore

2° concorso fotografico “i muri parlano d’amore”

“I muri parlano d’amore” è un concorso fotografico volto a mettere in risalto il bisogno umano di comunicare l’amore.

I Muri parlano d'Amore

I Vincitori

1° classificato: Gianna Ciampi " La vidi, ed  era così bella che quell'annola primavera fessa arrivò un mese in ritardo." Gianna-Ciampi Testo intenso e poetico che contrasta con il frastuono dei colori strappati dai muri. Le sovrapposizioni dei volumi delle pareti, gli intrecci degli angoli sono tutti polarizzati dalle parole scritte. Il caos qui richiama un conflitto e un tentativo umano di richiesta d’aiuto, non solo a chi legge ma anche ai muri stessi, abbandonati. 2° classificato: Elena Barbaglio Ti amo Barbaglio-Elena3 Qui la poesia è nell’occhio di chi la cerca. E’ nello sguardo attento che si insinua tra le fessure, che va alla  ricerca di  parole.  L’inquadratura amplifica  il significato dell’affermazione e si fa narrazione di possibili storie: un amore non corrisposto, o all’opposto l’esistere di un sentimento, ma l’impossibilità di viverlo – condividerlo. 3° classificato: Andrea Guerri Se avessi due vite  te le dedicherei entrambe. Foto_2_Andrea-Guerri La certezza di una scelta che nonostante lo “scrostarsi” del tempo rimane fedele a se stessa Ci ricorda l’essenza dell’amore. L’amore può soltanto essere generosamente offerto e liberamente espresso. Non può essere catturato, non può essere afferrato o trattenuto, può essere solo donato. Vive della e nella reciprocità. Ma affinchè continui a “verdeggiare”, necessita di attenzione, cura e dedizione.

Regolamento

2° concorso fotograficoi muri parlano d’amore 1 dicembre 2016 – 31 gennaio 2017

Finalità e tema del concorso

“I muri parlano d’amore” è un concorso fotografico volto a mettere in risalto il bisogno umano di comunicare l’amore. E’ promosso dall’Associazione Culturale “Il Boncio” San Bartolo, Pro Loco Gradara e Comune di Gradara e si colloca all’interno delle iniziative Gradara d’Amare in programma sul territorio gradarese in occasione del San Valentino 2017. L’iniziativa, lungi dal favorire o promuovere la pratica del writing illegale, vuole documentare un fenomeno sociale esistente e diffuso fin dall’antichità – Pompei ce ne offre un esempio – e al contempo testimoniare il bisogno umano di comunicare ed esprimere l’amore. Si dice che i muri abbiano orecchie, ma hanno anche bocca: da sempre infatti ci parlano attraverso ciò che numerosi anonimi hanno scritto per esprimere pubblicamente i propri pensieri. Protagoniste del concorso fotografico sono le parole d’amore scritte sui muri, ma anche su superfici diverse come strade, panchine, cornicioni, saracinesche, scorrimano. Negli scatti dovrà apparire chiaro ed evidente il messaggio: un’esclamazione, una domanda, un’affermazione, una negazione riguardante l’amore, possibilmente privo della firma del mittente e del nome del destinatario. L’invito è quello di cercare, trovare e cogliere sulle pagine bianche o colorate delle città ITALIANE le parole d’amore già esistenti, per condividerle e far da cassa di risonanza al bisogno umano di comunicare l’amore. Il mosaico che si verrà a costituire darà forma ad una nuova mappa delle vie italiane che parlano d’amore.

Durata

1° dicembre 2016 – 31 Gennaio 2017

Chi può partecipare

Cittadini italiani e individui residenti sul territorio italiano, senza limiti di età.

Come partecipare

La partecipazione è gratuita e molto semplice:
  • scaricare, compilare in ogni sua parte la scheda d’iscrizione e firmare per l’accettazione del regolamento (documenti disponibili su www.gradara.org/eventi/gradara-da-amare/  http://www.ilboncio.org/fotografia/regolamento/
  • inviare entro e non oltre il 31 Gennaio 2017 i documenti di cui sopra ed il materiale fotografico in duplice copia (una digitale, una cartacea) ai seguenti indirizzi: copia digitale imuriparlanodamore@gmail.com copia stampata  Comune di Gradara, Via Mancini 23, Gradara (PU), specificando sul retro della busta – Concorso fotografico “I muri parlano d’amore”
Tutti i partecipanti riceveranno conferma dell’avvenuta iscrizione, della corretta ricezione del materiale fotografico e della conformità dello stesso al regolamento / requisiti del concorso attraverso una comunicazione in forma di email dall’indirizzo imuriparlanodamore@gmail.com

Note per il materiale fotografico

Ogni partecipante potrà presentare in concorso un massimo di cinque fotografie esclusivamente a colori ( no utilizzo di programmi informatici per modificare le scritte). Le immagini digitali dovranno avere dimensioni massime 7 Mb e minima risoluzione 300 dpi. Le immagini stampate dovranno essere presentate su carta fotografica con un unico formato (20×30 cm). Le fotografie non dovranno presentare segni che permettano di ricondurle all’autore. NON saranno prese in considerazione opere:
  • non attinenti al tema oggetto del concorso;
  • inviate oltre il 31 gennaio 2017 (fa fede il timbro postale per la copia stampata);
  • non accompagnate dal modulo d’iscrizione oppure con modulo non compilato in ogni sua parte e/o non firmato;
  • non corredate della documentazione richiesta;
  • foto in cui sono presenti persone.
Il materiale pervenuto, incluso quello eventualmente non preso in considerazione, NON sarà restituito al mittente e potrà essere esposto all’interno della mostra “I muri parlano d’amore” in programma a Gradara dal 10 febbraio 2017 e successivamente in altri luoghi da confermare.

Valutazione e assegnazione dei premi

Le foto saranno giudicate da una giuria indipendente composta da:
  • Elena Parisi, Illustratrice, fotografa, aiuto scenografa, grafica multimediale, art director e finanche attrezzista di scena per il cinema e il teatro;
  • Stefano Raimondi, Poeta  e critico letterario;
  • Laura Gallotta, Associazione Il Boncio, ideatrice del concorso.
Criteri utilizzati per la valutazione:
  • valore espressivo/evocativo del messaggio;
  • attinenza al regolamento/al tema proposto;
  • qualità tecnica dell’immagine.
Tutte le foto pervenute saranno visibili sul sito dell’Associazione Il Boncio, il 31 Gennaio 2017. Le foto vincitrici ed i nomi dei vincitori saranno resi noti sul sito www.gradara.org/eventi/gradara-da-amare e sul sito dell’Associazione http://www.ilboncio.org/fotografia/foto-arrivate/  il giorno 4 febbraio 2016. Gli autori delle fotografie vincitrici saranno informati attraverso email e potranno ritirare il premio assegnato il 12 febbraio 2017 a Gradara. Il giudizio della giuria è insindacabile.

Premi

  • I classificato: weekend a Gradara in B&B La Loggia (dettagli da concordare con il gestore)
  • II classificato: cena per due persone presso ristorante tipico a Gradara
  • III classificato: 2 ingressi omaggio per Castello di Gradara, Camminamenti di Ronda e musei.

Diritti d’autore e utilizzo del materiale in concorso

Ogni partecipante è responsabile delle proprie opere e solleva gli organizzatori da ogni responsabilità, anche nei confronti di eventuali soggetti raffigurati nelle fotografie. In nessun caso le immagini inviate potranno contenere dati qualificabili come sensibili. Ogni partecipante dichiara di possedere tutti i diritti sugli originali, sulle acquisizioni digitali e sulle elaborazioni delle fotografie. Con l’invio delle immagini l’autore cede in via definitiva ad Associazione culturale “Il Boncio”,San Bartolo, a titolo gratuito, tutti i diritti patrimoniali e di utilizzo delle immagini su tutti i mezzi di comunicazione sia off-line che on-line in Italia e all’estero (presenti e/o futuri) per fini promozionali e divulgativi connessi all’attività dell’Associazione (esempio immagini per locandine), anche a scopo di raccolta fondi (senza l’obbligo del consenso da parte dell’autore, ma con il solo vincolo di indicarne il nome). I partecipanti si faranno garanti sotto la propria responsabilità che la foto è stata realizzata direttamente dal candidato. Si specifica inoltre che il partecipante dovrà garantire che niente di quanto inviato è contrario a norme di legge. A titolo esemplificativo, ma non esaustivo, si precisa che il contenuto della fotografia non può essere osceno, diffamatorio, blasfemo, razzista, pornografico, pedopornografico o in violazione dei diritti di proprietà intellettuale, dei diritti morali, dei diritti d’autore o diritti di tutela dei dati personali di terzi, dei diritti di pubblicazione – in generale, il contenuto deve rispettare quanto stabilito dalla legge sul Diritto d’autore (Legge 22 aprile 1941 n.633 e successive modifiche). Il partecipante garantisce altresì che la riproduzione da parte dell’Associazione non comporterà la violazione di diritti di terzi. In caso anche solo uno dei requisiti non venga rispettato l’autore sarà escluso dal concorso.

Trattamento dei dati personali

I dati personali comunicati con il modulo di iscrizione saranno trattati esclusivamente per le finalità inerenti alla gestione del concorso e alle iniziative future organizzate dall’Associazione “Il Boncio”, in rispetto della normativa vigente.

Responsabilità

Non potrà essere imputata all’ Associazione culturale ”Il Boncio”, San Bartolo che cura l’iniziativa, alcuna responsabilità nell’ipotesi di un funzionamento difettoso della rete internet che sia di ostacolo all’accesso o allo svolgimento del concorso. Inoltre, l’Associazione non sarà responsabile di eventuali atti vandalici esterni. Poiché l’Associazione fa tutto quanto possibile per offrire agli utenti informazioni e/o materiali disponibili e controllati, quest’ultima non sarà responsabile degli errori, dell’indisponibilità delle informazioni e/o della non fruibilità del sito web dalla totalità dei computer. Il singolo partecipante dovrà adottare tutti i sistemi di protezione necessari per proteggere i suoi dati e/o programmi conservati nel suo materiale informatico e telefonico contro qualsiasi intrusione. Qualsiasi persona che si collega al sito e partecipa al concorso è interamente unica responsabile del suo operato. Inoltre, a titolo di esempio, è esclusa la responsabilità del soggetto promotore in caso di problemi di collegamento telefonico, materiale hardware o software, perdita di informazioni fornite dai partecipanti per una causa non imputabile all’Associazione, errori umani e/o di origine elettronica, disturbi che potrebbero impedire il buon svolgimento del concorso. L’Associazione non è responsabile delle conseguenze di eventuali ritardi della posta elettronica. Ogni eventuale reclamo deve essere presentato ai provider del servizio di posta elettronica o agli operatori telefonici. Per ulteriori informazioni imuriparlanodamore@gmail.com

Share